Acquistare una casa in costruzione

Se si decide di acquistare una casa sulla carta, cioè una casa in costruzione, la prima cosa da fare è richiedere la concessione edilizia rilasciata dal comune e l'ultimo progetto approvato per verificare l'esistenza delle autorizzazioni.

Fare attenzione se il terreno non è di proprietà del costruttore ma magari ne ha in concessione solo il diritto di superficie, come nel caso delle Cooperative che ricevono la concessione dai Comuni, alla scadenza di questa, il terreno e le case costruite sopra tornano di proprietà del Comune.

Se costruisce una cooperativa i prezzi sono più bassi perchè per legge non possono superare un tetto massimo fissato dal Comitato per l'Edilizia Residenziale.

Le imprese costruttrici dopo il 21/07/05 ai sensi della legge del 2 agosto 2004, n. 210 e del relativo decreto legislativo 122/2005, hanno l'obbligo di garantire agli acquirenti una polizza assicurativa contro i vizi con validità decennale e una fideiussione bancaria che assicuri il pagamento degli acconti o delle rate con validità fino alla sottoscrizione del rogito.

Questo assicurazione server a tutelare l'acquirente da possibili fallimenti di una ditta costruttrice, per chi non rientrasse in questi vantaggi è comunque consigliabile di farsi rilasciare una fidejussione bancaria, cioè un impegno della banca a tutelare economicamente l'acquirente.

Il vantaggi di acquistare una casa in costruzione è che il prezzo è normalmente più competitivo, si paga l'Iva agevolata al 4%, si possono effettuare modifiche alla disposizione delle stanze in base alle proprie esigenze e i pagamenti possono essere effettuati all'avanzamento dei lavori.