Affidarsi ad una agenzia immobiliare per l'acquisto
o la vendita di un immobile

Spesso ci si affida ad una agenzia immobiliare per l'acquisto o la vendita di una casa, di un immobile o di un terreno in genere, ma prima di firmare contratti, mandati, preliminari di acquisto o di vendita e soprattutto prima di affidargli del denaro, è bene informarsi sulla serietà e correttezza professionale dell'agente immobiliare.

L'agente immobiliare deve essere iscritto all'albo dei mediatori e si può verificare facendo una semplice visura preso la locale Camera di Commercio.

Gli agenti immobiliari iscritti a tale albo hanno diritto alla provvigione in caso di sottoscrizione di un preliminare d'acquisto.

E' importante conoscere più informazioni possibili sul venditore, soprattutto la sua situazione patrimoniale e reddituale, sapere se è un privato o in imprenditore, se è socio di Snc o Srl, se ha fallimenti alle spalle o in corso; tali informazioni possono essere reperite sempre tramite la Camera di Commercio o magari la propria Banca di fiducia e magari in modo tradizionale, chiedendo in giro a parenti, amici, conoscenti e colleghi di lavoro.

Bisogna sempre registrare il preliminare presso l’ufficio del registro, questo tutela l'acquirente da possibili truffe o fallimenti in quanto permette di essere dichiarato proprietario dell'immobile se altri si presentassero con altre richieste.

Molto spesso è richiesto dal venditore o dall'agenzia il pagamento di un acconto o di una caparra alla sottoscrizione del contratto preliminare, è possibile comunque concordare una clausola di recesso se magari si ha qualche dubbio sull'acquisto.

In caso non ci sia una fidejussione bancaria, si consiglia di pagare l'intero importo solo alla sottoscrizione del rogito e bisogna farsi rilasciare ricevuta del pagamento dal venditore, in caso di pagamento con assegno intestarlo sempre al venditore con la clausola non trasferibile, fotocopiare gli assegni e farli firmare per ricevuta dal venditore.