venerdì 30 aprile 2021

10 motivi per ridere secondo la Scienza

Abbiamo raccolto per voi 10 studi scientifici che dimostrano perché è importante ridere

di Ottavia Cricco
Ottavia Cricco foto profilo
10 motivi per ridere secondo la Scienza

“Un giorno senza un sorriso è un giorno perso” C.Chaplin.

Adoro ridere. Mi viene proprio spontaneo quando ne capita l’occasione. Sicuramente i momenti nei quali la risata esce nel modo più sincero sono quelli che trascorro con gli amici o con il mio piccolo. I bambini ci insegnano molte cose, una tra queste è quanto sia bello ridere insieme in modo spontaneo. Ma la risata è oggetto di studio in molte sedi universitarie del mondo. In occasione della giornata mondiale della risata (2 maggio) scopriamo 10 motivi per ridere, avvalorati da studi scientifici.

Ridere riduce lo stress

E’ stato dimostrato da un gruppo di ricercatori della Loma Linda University negli Stati Uniti che ridere diminuisce lo stress. L’esperimento ha preso in esame la misurazione del cortisolo (ormone correlato allo stress). I volontari sono stati sottoposti alla visione di 20 minuti di una commedia comica e la misurazione è stata fatta prima e dopo lo spettacolo. In tutti i soggetti il livello di cortisolo presente alla fine dell’esperimento era inferiore rispetto all’inizio. Non c’è dubbio sul fatto che una risata influisce sull’umore, quindi genera uno stato di benessere generale.

Ridere per guarire corpo e mente

Sapete chi è Patch Adams?  E’ diventato famoso perchè è il primo medico che ha portato la terapia del sorriso nelle corsie di un ospedale. In base agli studi e all’esperienza maturata è arrivato alla conclusione che la risata è una vera e propria cura che provoca alterazioni fisiologiche positive sia al corpo che alla mente.

Ridere per ridurre il dolore

Una bella risata può addirittura diminuire la percezione del dolore. Sono giunti a questa scoperta gli scienziati della English University of Oxford. Lo studio è stato compiuto su un campione di persone che sono state divise in due gruppi. Nel primo gruppo hanno fatto vedere film o commedie divertenti, nell’altro invece video noiosi. Dopo la visione hanno sottoposto i volontari a una prova di sopportazione del dolore. Il risultato è stato che coloro che avevano riso durante la visione hanno dimostrato una capacità di sopportazione del dolore fino al 10% superiore rispetto a prima della visione.

Ridere aiuta il cuore

A trarre vantaggio da una bella risata è anche il cuore. Ridere, infatti, stimola un maggiore flusso sanguigno che permette di tonificare e rinforzare proprio il muscolo del cuore. La cura del sorriso, quindi, rappresenta un forte alleato per tutti, in particolare per le persone con problemi cardiaci. Sempre la Loma Linda University, nella figura di Lee Berk, un medico specializzato, sostiene che guardare mezz’ora di commedia al giorno aiuta a prevenire le malattie cardiache. 

Ridere a comando

Questa scoperta mi ha subito affascinato. Ci troviamo nella Emory University School of Medicine degli Stati Uniti, nel bel mezzo di un intervento anche molto delicato all’encefalo di una paziente. Uno staff di chirurghi, in modo del tutto casuale, cercando in realtà di bloccare le crisi epilettiche della giovane, ha scoperto che solo sfiorando una zona del cervello (fascio cingolato) veniva immediatamente stimolata la risata. In pratica il nostro cervello dispone di un interruttore della risata che può rispondere a comando. L’esperimento è stato poi ripetuto anche in altri pazienti. E in tutti i casi lo stimolo era immediato e i pazienti dopo la risata percepivano un senso di maggiore tranquillità. Dopo tale scoperta venne, infatti, suggerito di utilizzare questo stimolo per favorire i pazienti che devono sottoporsi a ore di intervento al cervello, stando svegli.

Ridere per consumare più calorie

Siamo tutti alla ricerca della forma perfetta e cerchiamo di consumare più calorie possibili nei ritagli di tempo. Ma lo sapevate che una bella risata può farci consumare un po’ di calorie in più. A scoprirlo è stato un gruppo di ricercatori britannici (Comedy Research Project) che ha analizzano i benefici della visione di un programma comico. Ne è risultato che una risata molto intensa può aiutare a bruciare fino a 120 calorie in un’ora.

Ridere per prevenire malattie

Numerosi studi medici sostengono che la risata contribuisce a far funzionare  correttamente il nostro sistema immunitario. Ridere permette di aumentare il numero di cellule preposte a generare gli anticorpi. Non solo studi recenti, ma addirittura Sigmund Freud, il padre della psicoanalisi, aveva già anticipato i benefici fisici e psicologici della risata. Il nostro benessere fisico e psicologico è quindi strettamente correlato a quante volte ridiamo durante la giornata.

Ridere fa funzionare meglio il cervello

Scott Weems, ricercatore della University of Mariland sostiene che ridendo il cervello diventa più forte. Lo spiega nel dettaglio nel suo libroAh! The science of when we laugh and whydove riporta anche le ultime scoperte sul tema. In pratica la risata rappresenta l’allenamento migliore per il nostro cervello, che in questo modo diventa più resistente e funziona meglio.

Ridere per socializzare

Arriva sempre dall’Università del Maryland, attraverso la voce di Robert Provine neuroscienziato e Docente di Psicologia la definizione della risata in ambito sociale. “Ridere non è solo una reazione a qualcosa di divertente” sostiene, “ma è un meccanismo innato dell’essere umano, uno strumento fondamentale per la socializzazione”. E io aggiungo che la risata è anche contagiosa, ha un forte potere nei confronti delle persone che ci stanno vicine e riesce a generare in esse un meccanismo di benessere e leggerezza immediato.

Ridere per vivere meglio e più a lungo

Lo sapevate che chi ride vive più a lungo? A dimostrarlo sono state ben due università: la Wayne University negli Stati Uniti e l’Università di Trondheim (Istituto norvegese di scienza e tecnologia). Nel primo è stato analizzato un campione di  giocatori di baseball. I risultati hanno evidenziato che quelli più propensi alla risata hanno vissuto fino a 7-8 anni in più rispetto a quelli che non sorridevano. Il secondo ha analizzato ben 55.556 soggetti per 15 anni. Ne è risultato che coloro che sono in grado di cogliere il lato allegro delle cose, non solo sta meglio in quel preciso momento, ma anche vivrà più a lungo. Ridere è un toccasana naturale che rallenta i processi di invecchiamento e aiuta a vivere meglio.

Testo realizzato in collaborazione con Anna Bonvicini