giovedì 2 luglio 2020

Risparmiare con una casa più green

Semplici interventi da fare nella propria casa per renderla più green e risparmiare sui costi

di Claudio Vezzil
Foto profilo di Claudio Vezzil
Risparmiare con una casa più green

"Gli uomini non riescono a capire quale gran rendita costituisca il risparmio" (Cicerone).

Sarebbe bello poter vivere in modo ecosostenibile e, allo stesso tempo, poter risparmiare soldi. A dire il vero è proprio così! Fare scelte più consapevoli, volte alla tutela dell’ambiente, significa proprio risparmiare risorse, ma anche risparmiare denaro. Il risparmio nelle nostre abitazioni può derivare da opere importanti che rientrano in un progetto di ristrutturazione, ma anche da interventi minori che possiamo realizzare autonomamente. Ecco come.

 

 

Interventi strutturali ma non solo

Quando parliamo di casa ecosostenibile ci viene subito in mente tutta una serie di interventi “importanti” che potremmo fare nella nostra casa. La lista dei desideri qui è molto ampia, ma la riassumo in tre ambiti nei quali possiamo intervenire:

  • isolare e coibentare la nostra abitazione grazie al cappotto termico e alla sostituzione dei serramenti  per un miglioramento del benessere interno e una riduzione dei costi di riscaldamento;
  • produrre l’energia che consumiamo tramite l’installazione di pannelli fotovoltaici per l’elettricità e pannelli solari per l’acqua calda;
  • ottimizzare l’utilizzo dell’energia con impianti ad elevata efficienza, come pompe di calore, batteria per meglio gestire l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici, impianto di ventilazione meccanica controllata (VMC) e sistemi tecnologici per la gestione automatica.

 

Tutti questi interventi rientrano nell’ambito della ristrutturazione. E qui ricordiamo che sono in atto gli incentivi fiscali, con l’ecobonus e il “super ecobonus 110%”. A tal proposito vi invitiamo a seguire il nostro blog per approfondimenti sull’argomento.

Per rendere la propria abitazione più green, però, esistono anche alcuni interventi minori, ma non meno importanti, che possiamo realizzare in autonomia. Con questo articolo desidero proprio sfatare la falsa convinzione che solo dai grandi cambiamenti possiamo trarre giovamento. 

Scopriamo insieme alcuni esempi di interventi minori che possono servire da spunto e suggerimento per poter risparmiare in casa.

 

Piccoli cambiamenti

Anche i piccoli interventi in una casa possono servire a minimizzare gli sprechi e risparmiare soldi. Ecco di seguito alcune idee su cosa possiamo fare da subito e in modo semplice.

1)Sostituire le vecchie lampadine con i LED

A qualcuno potrebbe sembrare una banalità, in realtà la sostituzione delle lampadine con i led è stata oggetto di analisi da parte di Eurostat. Lo studio, che ha analizzato tutte le nazioni europee, ha stimato per l’Italia un risparmio pari a circa 10,70 € all’anno per ogni lampadina sostituita. Se poi consideriamo il fatto che l’analisi è stata svolta nel 2017 e andiamo a calcolare l’aumento che ha subito poi il costo dell’elettricità, possiamo sostenere che il risparmio sale a 11,56 € all’anno per lampadina. Di conseguenza, ammettendo che in un’abitazione andiamo a sostituire ad esempio 12 lampadine, il risparmio arriva a 140 euro in un anno. Valutando, infine, il risparmio calcolato sulla durata media dei Led, ecco che il risparmio totale stimato arriva a 1.500 €.

2)Impostare correttamente la temperatura interna

Anche per quanto riguarda le spese di riscaldamento è possibile adottare piccoli accorgimenti per poter meglio gestire il comfort interno e il risparmio economico familiare. La scelta ideale, anche per la nostra salute fisica, è quella di impostare la temperatura interna giornaliera a 20°. Un solo grado in più fa aumentare il costo in bolletta dell’8%!! Se il riscaldamento è autonomo di notte conviene spegnere la caldaia e programmare che si riaccenda due ore circa prima del risveglio.

3)Spegnere gli Standby

Una buona abitudine da non dimenticare è quella di spegnere sempre tutti gli strumenti elettrici dopo averli utilizzati. In pratica quella lucetta rossa che vediamo sempre accesa su stampanti, pc, decoder, stereo, tv, ecc. sta a significare il continuo consumo di energia anche quando gli strumenti non sono in uso. Ogni abitazione dispone già di una serie di elettrodomestici che devono restare accesi 24 ore su 24 come frigorifero o congelatore. Ma tutti gli altri strumenti elettrici, dopo il loro utilizzo, devono essere spenti completamente per evitare sprechi di energia e di denaro. In base a uno studio effettuato dal Dipartimento di Energia del Policlinico di Milano è risultato che lo standby costa in bolletta mediamente a famiglia 80-100 € all’anno.

 

Il mondo degli elettrodomestici

Gli elettrodomestici non sono tutti uguali. In particolare, in merito ai consumi, esistono differenze importanti sia tra elettrodomestici dello stesso tipo (ad esempio un forno messo a confronto con un altro forno), sia tra diverse tipologie (ad esempio il consumo di un condizionatore non è uguale a quello di una lavastoviglie). Continua a seguire il nostro Blog per non perderti gli approfondimenti su questo tema. Conoscere gli elettrodomestici, saperli utilizzare nel modo corretto e seguire piccoli accorgimenti, ci consente di minimizzare gli sprechi ed ottimizzare i costi.

 

L’arte del riciclo creativo

Durante l’epoca del consumismo avevamo perso la nostra innata capacità di inventare e creare. Oggi, invece, stiamo riscoprendo il piacere di aggiustare e riciclare invece che buttare. A sostenerlo sono nuovamente le stime di Eurostat che posizionano il nostro Paese al primo posto in Europa per l’aumento in percentuale dei materiali recuperati e riusati nella creazione di nuovi oggetti. Il riciclo creativo permette di dare ad alcuni oggetti una “seconda vita” reinventando il loro utilizzo e creando qualcosa di nuovo. 

 

In conclusione

Vari sono gli spunti che abbiamo proposto per rendere le nostre case più green. In base all’impegno che riusciamo a dedicarci possiamo valutare di mettere in atto uno o più degli interventi suggeriti. Una ristrutturazione che va a migliorare la classe energetica della nostra abitazione richiede ovviamente un maggiore impegno in termini di lavoro, tempo e soldi. In ogni caso tutte le idee analizzate, piccole o grandi che siano, determinano un risparmio economico ed energetico della nostra abitazione. Non solo, tutti gli interventi che migliorano l’aspetto ecologico e sostenibile del nostro immobile vanno a migliorare il benessere di chi ci abita e ad aumentare il valore nel tempo.