lunedì 20 luglio 2020

Una passeggiata nel centro storico di Portogruaro

Portogruaro Città d’arte, storia e cultura.

di Chiara Gobbato
Primo piano di Chiara Gobbato
Una passeggiata nel centro storico di Portogruaro

Un “piccola Venezia” tutta da scoprire e da vivere.

Nel mio trascorso professionale ho viaggiato molto in tutta Italia e vi confesso che alla domanda “Dove abiti?” la mia risposta è sempre stata “Abito nella piccola Venezia”. SI! Perchè Portogruaro l’ho sempre vista come un piccolo gioiello che ricorda proprio la Serenissima. Nonostante non sia originaria di Portogruaro, da sempre mi piace molto, nel poco tempo libero che ho, passeggiare lungo le vie del centro, lasciandomi inebriare dall’atmosfera antica e dalle prospettive incantevoli.

Iniziamo a parlare della città di Portogruaro partendo proprio dal suo centro storico.

 

Tratti di storia

Portogruaro nasce sulle sponde del fiume Lemene e conserva la sua origine medievale, grazie anche alla cinta di antiche mura che in parte è conservata. 

L’origine di Portogruaro risale al 1140. In quell’anno il vescovo di Concordia decide di concedere un pezzo di terra, in riva al fiume Lemene, a un gruppo di portolani per costruirvi un porto con case e magazzini. Portogruaro sorge nell’ambito della Patria del Friuli.

Nel 1420 entra a far parte della Repubblica di Venezia, sotto la quale resterà per tre secoli. Ed è in questo periodo che gode di riflesso della prosperità economica e architettonica veneziana. Ancora oggi, infatti, possiamo godere del fascino trasmesso, tanto da paragonare Portogruaro a una piccola Venezia.

Dal 1797 al 1866 viene ceduta all’Austria, per opera di Napoleone, assieme a tutto il territorio della ex Repubblica di Venezia. In seguito, entra a far parte del Regno d’Italia.

Il cuore del centro storico

Portogruaro è una città ricca di simboli e scorci da scoprire, che fanno rivivere epoche passate. Essendo effettivamente nata da un porto, il suo centro storico è riunito attorno al fiume Lemene. In pratica, è un percorso ben definito da due strade parallele, con il fiume che scorre al centro. Le due vie centrali sono lunghe più di un km e racchiudono molti simboli ed elementi caratteristici del paese. In questo articolo ci concentriamo in particolare sull’area compresa tra via Martiri della Libertà e via Seminario. Passeggiando nel cuore della città possiamo ammirare palazzi che conservano il carattere gotico, veneziano e rinascimentale. Le abitazioni ricordano l’aspetto caratteristico delle calli veneziane, con edifici uniti dai colori tenui. In alcuni palazzi si possono osservare affreschi e decorazioni che si sono conservate nel tempo. 

Simboli e scorci

Passeggiando per il centro storico si possono ammirare numerosi edifici e simboli di Portogruaro. Vediamo insieme quelli posizionati proprio nel cuore della città.

  • Il Municipio, palazzo comunale trecentesco, posto nella Piazza della Repubblica, è realizzato con mattoni a vista e coronato dalla tipica merlatura ghibellina.
  • Il pozzetto di Pilaconte (1494) è il simbolo di Portogruaro, assieme alle due gru in bronzo scolpite successivamente dal Turchetto (1906-1965).
  • La colonna di S. Marco o meridiana, è l’antico strumento che veniva usato per la  misurazione del tempo. Presenta in cima il Leone, emblema dello stretto legame con Venezia.
  • Il Duomo di Sant’ Andrea (1793-1833) di stile neoclassico è stato costruito sopra una chiesa romanica, della quale resta il particolare campanile pendente (XII secolo).
  • La Loggia della pescheria si trova in quello che era il principale punto di attracco del fiume.
  • Il ponte di Sant’Andrea (1554) è caratteristico per la suggestiva vista sul fiume e sul Duomo.
  • I due Mulini (1477) sono posti proprio vicino al ponte di Sant’Andrea e bloccano il corso d’acqua rendendo lo scorcio ancora più affascinante.

Cosa offre il centro

La struttura urbana del centro storico di Portogruaro richiama la tipica disposizione medioevale. Le due vie principali sono arricchite da portici, dove tra archi e colonne, si dispongono le “botteghe” della città. Quest’ultime oggi sono state sostituite con i raffinati negozi che offrono un’ampia scelta tra abbigliamento, oggettistica per la casa, gioielli e occhiali. Sempre lungo i portici si trovano anche numerosi caffè, bar e osterie che conservano ancora nei particolari l’atmosfera di generazioni passate. Ed è proprio in quest’area del centro che si è conservata negli anni la tradizionale usanza del “far el liston”. Il termine “liston” letteralmente sta ad indicare le lastre di marmo, dalla forma allungata, che venivano impiegate per la pavimentazione delle piazze. La passeggiata nel “liston”, ossia nella piazza, resta tutt’oggi una consuetudine ancora in voga per i portogruaresi.

Lungo i portici del centro si trovano non solo negozi di vario genere, ma anche la pescheria panifici, botteghe di generi alimentari, banche, giornalai, parrucchieri, ristorantini, gelaterie, scuole e la Fondazione musicale Santa Cecilia. Gli edifici sono stati soggetti nel tempo a ristrutturazioni, consentendo alle abitazioni di riacquistare l’antico splendore, arricchito da elementi più moderni e innovativi.

Eventi ed iniziative

Il centro della città di Portogruaro è spesso protagonista di numerosi eventi che caratterizzano i diversi momenti dell’anno. Ricordiamo le iniziative più importanti che interessano anche le aree più centrali.

il mercato:

cos’è?   Esposizione, lungo le vie del centro, di bancarelle che offrono ai passanti: vestiario, alimenti, bigiotteria, scarpe, borse, oggetti per la casa, ecc.

quando?  Tutti i giovedì mattina 

il mercatino dell’antiquariato

cos’è?  Esposizione nella piazza centrale di oggetti di antiquariato

quando? Il secondo sabato del mese

Terre dei Dogi in festa 

cos’è? Evento che ruota attorno alla degustazione di vini Doc di Lison Pramaggiore e dei prodotti tipici del veneto orientale.

quando? Da venerdì a domenica la terza settimana di maggio

Festa della Musica

cos’è? Un evento dedicato alla musica. Possiamo definirlo un vero e proprio “full immersion musicale” , 5 ore per ascoltare musica dal vivo di ogni genere.

quando? Il terzo venerdì di giugno

Festival Internazionale di Musica

cos’è? Manifestazione musicale ricca e articolata che ha acquisito pregio e notorietà nell’ambito nazionale ed internazionale. L’iniziativa si sviluppa su due livelli: uno didattico con il masterclass e l’altro pubblico con concerti dislocati in vari punti strategici della città e delle frazioni.

quando? Tra i mesi di agosto e settembre

Sapori & colori

cos’è? Manifestazione culturale gastronomica dedicata al gusto e ai profumi dell’autunno.

quando? Tre week-end tra settembre e ottobre

Fiera di Sant’Andrea

cos’è? Antica festa delle oche e degli stivali dedicata al Patrono di Portogruaro. Si tratta della fiera più importante che coinvolge tutta la città, con stand enogastronomici, esposizioni di antiquariato e bancarelle di ogni tipo.

quando? Ultimi due week-end tra fine novembre e dicembre

 

Se vuoi segnalarci eventi o iniziative da aggiungere, relative il centro storico di Portogruaro, scrivici a: info@immobiliarenordest.it

Continua a seguire il nostro Blog per i prossimi approfondimenti sul territorio.