venerdì 4 giugno 2021

Bonus prima casa per under 36

Novità sull’acquisto della prima abitazione per i giovani che non hanno ancora 36 anni e hanno un Isee non superiore i 40mila euro

di Alberto Padovese
Alberto Padovese foto profilo
Bonus prima casa per under 36

Un aiuto per i giovani che spesso si trovato in una situazione economica precaria.

Se sei nato dopo il 1986 e desideri acquistare la tua prima casa, sappi che questo è il momento ideale. Il decreto-legge Sostegni bis (pubblicato in Gazzetta ufficiale il 25 maggio 2021) ha definito il nuovo bonus sull’acquisto della prima casa rivolto ai giovani. L’incentivo è destinato agli under 36 con Isee inferiore ai 40mila euro annui. Vediamo nello specifico chi rientra nell’agevolazione e cosa prevede il decreto.

A chi è rivolto

Questo particolare bonus è rivolto ai giovani che non hanno ancora compiuto 36 anni.  Nello specifico possono rientrare i soggetti che nell’anno in cui viene rogitato l’atto di acquisto non hanno festeggiato il trentaseiesimo anno di età.

Scopo dell’agevolazione è proprio quello di aiutare i giovani che spesso vivono in una situazione economica precaria. Ovviamente questa loro condizione influenza la possibilità di comprare un immobile e spesso scelgono di vivere con mamma e papà.

In base ai dati diffusi da Eurostat in Italia il 50,6% dei giovani tra i 25 e i 34 anni vivono in casa con i genitori. La metà dei nostri giovani, quindi, nella fase dove dovrebbero aver acquisito la loro indipendenza economica, si trovano invece impossibilitati solo a pensare al progetto di una casa propria.

I requisiti richiesti

Per poter accedere alle agevolazioni non solo è richiesto un limite d’età, ma anche un requisito di reddito. I soggetti devono avere un valore Isee che non supera i 40mila euro. L‘Isee rappresenta l’Indicatore di Situazione Economica Equivalente. In pratica si tratta di un indice che definisce la situazione economica di un singolo soggetto fiscale o di una famiglia. Per calcolarlo vengono presi in considerazione diversi fattori, come il reddito, lo stato patrimoniale e le caratteristiche del nucleo familiare.

Gli altri requisiti richiesti sono gli stessi del bonus prima casa. Ad esempio non si possono avere immobili acquistati già in precedenza con tale bonus. Per le altre condizioni necessarie riportiamo di seguito il documento redatto a tal proposito dalla Agenzia delle Entrate.

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/schede/agevolazioni/scheda-acquisto-prima-casa/infogen-agevolazioni-acquisto-prima-casa

Durata del Bonus

Il Bonus può essere richiesto sulle compravendite di immobili che vengono stipulati dal 26 maggio, fino al 30 giugno del 2022.

Cosa prevede il decreto

Il decreto è stato pensato sia per chi acquista una casa da un venditore privato e sia per chi si affida a una ditta di costruzioni.

Per entrare nel dettaglio riportiamo direttamente la pagina della Gazzetta ufficiale del 25 maggio 2021.

In particolare il contenuto che riguarda l’acquisto della prima casa rientra nell’Art. 64 che porta il titolo:

“Misure in favore dell’acquisto della casa di abitazione ed in materia di prevenzione e contrasto al disagio giovanile”.

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

 

Testo realizzato in collaborazione con Anna Bonvicini.