venerdì 14 maggio 2021

Bonus verde 2021: cos’è e come funziona

Il Bonus dedicato alla sistemazione di giardini, terrazzi o balconi. Ecco spiegato nel dettaglio in cosa consiste e come usufruirne.

di Chiara Gobbato
Primo piano di Chiara Gobbato
Bonus verde 2021: cos’è e come funziona

Un Bonus fatto su misura per il tuo spazio esterno.

Con la Legge di Bilancio 2021 sono state prorogate diverse detrazioni fiscali. Tra queste troviamo il Bonus Verde per la sistemazione di aree verdi di pertinenza degli immobili ad uso abitativo. La detrazione d’imposta è del 36% su interventi fino a un massimo 5.000 euro. Il Bonus verde al momento ha scadenza 31 dicembre 2021, ma potrebbe venire ulteriormente prorogato.

Che cos’è il Bonus Verde?

Il bonus verde è una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per una serie di lavori straordinari effettuati su aree verdi come giardini, ma anche terrazzi e balconi. Si tratta quindi di un incentivo che riguarda esclusivamente i lavori di natura straordinaria. Ecco di seguito una lista di interventi che possono rientrare nel Bonus Verde.

  • Sistemazione e riqualificazione di aree verdi private 
  • Interventi di sostituzione di alberi
  • Recinzioni
  • Grandi potature
  • Impianti di irrigazione
  • Realizzazione pozzi
  • Coperture a verde e giardini pensili

Rientrano nella detrazione tutte le opere che si inseriscono in un intervento di “sistemazione a verde” dell’intero giardino o di un’area interessata. La riqualificazione può riguardare un’area completamente nuova o il rinnovamento radicale di una zona già esistente.

Anche le spese di progettazione e manutenzione rientrano nell’agevolazione, ovviamente sempre se sono correlate all’effettiva esecuzione degli interventi realizzati.

La detrazione va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro (iva compresa) per unità immobiliare ad uso abitativo. Pertanto, la detrazione massima è di 1.800 euro (36% di 5.000) per immobile. Come per gli altri bonus, il valore da detrarre va ripartito in dieci quote annuali di pari importo.

Chi può beneficiare?

Hanno diritto all’agevolazione i contribuenti che possiedono o detengono (sulla base di un titolo idoneo) l’immobile sul quale vengono effettuati gli interventi e che hanno sostenuto le relative spese. Pertanto, possono godere del Bonus Verde oltre ai proprietari dell’immobile in oggetto, anche coloro che hanno un altro genere di diritto sull’immobile. Rientrano, ad esempio, gli usufruttuari, i titolari di uso, gli affittuari o i comodatari.

Anche gli edifici condominiali possono rientrare nel Bonus. In questo caso vanno calcolate le spese sostenute per gli interventi sulle parti comuni esterne. L’importo massimo complessivo è sempre quello di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. Il singolo condomino ha diritto alla detrazione a condizione che la quota venga versata entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Ovviamente il Bonus Verde non va considerato per tutti quegli interventi che non sono di natura straordinaria. Non spetta, quindi, nel caso di spese sostenute per:

  • la manutenzione ordinaria periodica dei giardini preesistenti non connessa ad un intervento innovativo o modificativo nei termini sopra indicati
  • i lavori in economia.

Modalità e dettagli

Le modalità per richiedere il Bonus Verde sono molto più veloci e semplici rispetto agli altri Bonus. Non ci sono modelli o richieste particolari da compilare. Unici due aspetti su cui fare attenzione sono:

  1. verificare che i lavori rientrino effettivamente tra quelli considerati di natura straordinaria
  2. effettuare il pagamento attraverso strumenti che ne consentano la tracciabilità (bonifico bancario o postale). 

Non è necessario utilizzare il bonifico impiegato per le ristrutturazioni in genere.

La fattura emessa dovrà riportare la dicitura corrispondente ai lavori straordinari effettuati. 

Per quanto riguarda la cumulabilità è possibile usufruire sia della detrazione per la ristrutturazione sia per quella del Bonus Verde. Infatti, i due Bonus sono cumulabili (Provvedimento del 14 febbraio 2019 dell’Agenzia delle Entrate).

Fonti

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/bonus-verde/infogen-bonus-verde-cittadini

Se vuoi approfondire il Superbonus 110% puoi entrare negli articoli che lo trattano.

Testo realizzato in collaborazione con Anna Bonvicini